Nome
Email
Messaggio
Codice di sicurezza captcha

Lorem ipsum dolor sit amet

Veterinario Jommi

1

Dott.ssa Elena Jommi

Ambulatorio Veterinario

Ci prendiamo cura della salute dei nostri animali dal 1989

Si puo' usare un alimentazione vegetariana nel cane e nel gatto?

Ogni animale possiede un tipo di dentatura caratteristica per il tipo si alimentazione che deve assumere. Ad esempio cavalli e bovini hanno dei denti larghi e piatti che servono per poter triturare correttamente la cellulosa delle fibre vegetali di cui si nutrono. La loro dentatura  da erbivoro non consente di  masticare correttamente la carne. In effetti in natura non vediamo bovini o cavalli carnivori. L’uomo ha alcuni denti acuminati (canini) ed altri piatti e larghi (molari). La dentatura dell’uomo è caratteristica di una specie onnivora, che mangia cioè sia vegetali che carne. I denti acuminati servono per la carne, quelli piatti per le fibre vegetali anche se poi con i molari mastichiamo sia l’una che le altre. Il cane ed il gatto sono carnivori. La loro dentatura è formata solo da denti acuminati che servono sia per catturare la preda (canini) che per poter masticare la carne (molari). Non posseggono denti piatti da vegetali. Gia’ questa caratteristica naturale risponde in parte alla domanda sull’alimentazione vegetariana . Ma non è cosi’ semplice. In realtà se andiamo a studiare il metabolismo e la capacita’ digestiva del cane ci rendiamo conto che questa specie puo’  digerire (ed in natura lo fa) anche vegetali. Ovviamente non possiamo pensare di snaturare completamente il loro metabolismo. I cani hanno bisogno di proteine animali e non fornirgliele sarebbe un errore grosolano. Sono pero’ assolutamente d’accordo su fatto di integrare l’alimentazione del cane con frutta e verdura . I vegetali hanno tra l’altro il merito di saziare l’appetito e di non far ingrassare. Ottimo negli animali sedentari. Diverso è il discorso per il gatto. Il gatto è un carnivoro puro. Vuol dire che in natura si nutre solo di carne. Il suo metabolismo è da carnivoro puro, quindi difficilmente digerisce vegetali a meno che non sia abituato fin da piccolo. In ogni caso nel gatto non si puo’  assolutamente eliminare la carne, per evitare danni alla sua salute e l’integrazione dell’alimentazione con verdura deve essere limitata per evitare tra l’altro gastriti croniche.