Nome
Email
Messaggio
Codice di sicurezza captcha

Lorem ipsum dolor sit amet

Veterinario Jommi

1

Dott.ssa Elena Jommi

Ambulatorio Veterinario

Ci prendiamo cura della salute dei nostri animali dal 1989

Sono indeciso se far sterilizzare il mio cane femmina. Quali sono i pro ed i contro?

La sterilizzazione dei cani femmina è uno dei pochi interventi che consente di prevenire alcune patologie gravi molto frequenti nel cane di media eta’. In particolare mi riferisco al tumore della mammella, che ha un incidenza altissima nelle cagne oltre i sei anni di età non sterilizzate (studi fatti in America indicano percentuali vicine all’80%), ai tumori delle ovaie o dell’utero e alle piometre, cioè alle infezioni dell’utero.Il momento migliore per sterilizzare la nostra cagnolina è appena prima o subito dopo il primo calore. Sempre da studi fatti in America si stabilisce che la percentuale di tumori alla mammella in animali sterilizzati a sette / dodici mesi si  abbassa vicino allo zero (0,5%)   e cresce ad ogni successivo calore raggiungendo circa l’80% attorno ai sei anni. La gravidanza non ha alcun effetto positivo di prevenzione per questa patologia.
Detto questo vediamo quali sono i lati negativi di questa pratica.
Innanzi tutto l’animale deve subire un intervento chirurgico. A tal fine dovrebbe essere buona norma prima di addormentare un paziente svolgere (come avviene in medicina umana) degli esami del sangue e un elettrocardiogramma per conoscere a fondo  lo stato di salute dell’animale nell'immediato pre operatorio. Se è tutto ok i rischi legati all’intervento sono al pari di quelli della medicina umana. Consideriamo poi che prima dell'anno di età la ripresa dall'intervento è sorprendentemente veloce (dopo un paio di giorni tornano ad essere come prima) ed i rischi anestesiologici a  quest' età sono veramente infinitesimali. Ben diversi da quelli che occorre affrontare in caso di tumore alla mammella, che spesso si presenta in animali di età media o avanzata. Tende ad ingrassare dopo la sterilizzazione? Puo’ essere vero ma non è frequente. L’animale dopo la sterilizzazione ha piu’ appetito e chiede piu’ cibo.  Il trucco è mantenere le stesse dosi che si somministravano prima. Abituiamoci ad osservare piu’ attentamente la forma fisica del  il nostro cane, eventualmente pesandolo periodicamente, e se notiamo  una tendenza ad ingrassare agiamo subito. Possiamo utilizzare se necessario diete ipocaloriche facilmente reperibili nei negozi di animali, che non affamano l'animale e lo tengono in forma. Dopo la sterilizzazione cambia carattere? Assolutamente no. Rimane  il cane di prima. In piu' di vent'anni di sterilizzazioni nessuno ha mai lamentato questo problema.Un inconveniente piuttosto raro , legato alla sterilizzazione , puo' essere che qualche paziente perda qualche goccia di urina quando  dorme. In questi  rari casi il problema si risolve con la somministrazione saltuaria di un farmaco. 
Per finire la chirurgia moderna mette a disposizione la possibilità di eseguire l'ovariectomia  in laparoscopia. Anzichè la ferita chiurugica tradizionale si entra in addome con due finestre di pochi millimetri che non richiedono punti di sutura. Questa tecnica è un pò piu' costosa della chirurgia tradizionale ma ha indubbi benefici sul dolore e sulla gestione del paziente nel post operatorio. Se interessati potete chiedere informazioni telefonandoci in ambulatorio.